Torna
Logis Hôtels - Séjour en Bourgogne
Soggiorno in Borgogna: patrimonio, natura e piaceri golosi

Voglia di un soggiorno in Borgogna ricco di emozioni? Scoprite le piazzeforti, le meraviglie romane, i vigneti sovrani… Tenebrosa per chi conosce le sue foreste, la Borgogna si rivela terra della buona tavola.

La Borgogna, terra di pellegrinaggio romanico

Eletta dai re di Francia, la Borgogna resta custode dei più begli edifici antichi della Francia, che deve ai monaci costruttori del periodo che va dal X al XII secolo, i Benedettini di Cluny, il cui ascetismo era pari solo a quello dei Cistercensi.

Dalla più scarna delle abbazie, nascosta nel mezzo di Favigny-sur-Ozerain, al gioiello di Cluny, questo orizzonte religioso offre al visitatore un panorama di quanto l’arte romanica abbia saputo generare in materia di curve e di volte, di sobrie navate ed eloquenti vetrate.

Da qui tutto è possibile: arrampicarsi sulla roccia di Vézelay per passeggiare nel chiostro di Sainte-Madeleine, questa basilica rosa e ocra, uno dei migliori esempi dell’arte romanica; dirigersi a sud verso Cluny, la seconda Roma, e camminare sui passi di Richelieu e Mazarino, che furono abati in questi luoghi; vedere Fontenay, la figlia di Cîteaux, tante volte saccheggiata ma i cui attuali custodi hanno restaurato per noi la nobile eleganza.

Senza dimenticare le Grotte di Saint-Germain a Auxerre, la collegiale Notre-Dame de Beaune, la cattedrale Sainte-Begigne a Digione, e tutta una serie di chiese rurali perdute nei rudi paesaggi di Morvan e della verde Auxois...

La Borgogna come un libro di storia

Cominciate il vostro soggiorno in Borgogna con la visita di Digione e Beaune, ancora abitate dalla memoria dei Duchi di Borgogna. Percorrete le sale del palazzo ducale di Digione, dove la tomba di Filippo l’Ardito, tutta di marmo e alabastro, simboleggia la magnificenza del ducato.

Beaune è stata fino al XIV secolo la residenza principale dei duchi. Sul posto doccioni zoomorfi, guardiole, torri di guardia e una passeggiata sui viali esterni che porta dritto all'Hôtel-Dieu, il più bell’ospedale della Francia…

Continuate scendendo lungo la Saône. A Chalon-sur-Saône scoprite la prima macchina fotografica del mondo, immaginata agli inizi del XIX secolo da Nicéphore Niepce, nato in questa regione. Ammirate i colori meridionali di Mâcon, la città delle tegole rotonde.

In seguito potrete risalire il corso del Morvan, fino all’oppidum fortificata di Bibracte dove il recente museo della civiltà gallica vi apre le sue porte. Traversate poi la Puisaye, il paese di Colette, terra d’argilla, di foreste e di stagni dove il profilo dei castelli di Ratilly, Saint-Sauveur o Saint-Armand sorprende all’improvviso dietro un bosco. Terminate il vostro periplo con una visita della prima cattedrale gotica a Sens.

La Borgogna, terra rinomata per i suoi vini

Si chiamano Gevrey-Chambertin, Vougeot, Vosne-Romanée, Nuits-Saint-Georges, Aloxe-Corton...sono conosciuti in tutto il mondo. La Strada dei grandi vini di Borgnogna, fra Digione et Nuits-Saint-Georges, accumula le tappe da non perdere. Prima di tutto la Mecca del vino: il castello del Clos-de-Vougeot, proprietà della confraternita dei cavalieri del Tastevin.

Ma la strada è ancora lunga… Vi porterà da un sapore all’altro, da un vitigno di Pinot noir al languido aligoté. Di che preparare raffinatamente le vostre salse al vino per accompagnare tinche, galletti, pesce in umido, prosciutto e salsiccia.

Volete prenotare un soggiorno in Borgogna? Consultate la lista degli hotel ristorante Logis disponibili in Borgogna.

Il vostro soggiorno in Borgogna vi ha fatto venire voglia di scoprire altre regioni? Con la nostra GUIDA TURISTICA, viaggiate attraverso la Francia e l’Europa. Cercate un’IDEA REGALO per sorprendere la vostra dolce metà? Appuntamento nella boutique Logis. Preparate sin d’ora le vostre prossime vacanze in Borgogna o altrove prenotando il vosto HOTEL RISTORANTE LOGIS.